L’attenzione selettiva

By |ottobre 18th, 2017|

L’attenzione selettiva
Se presti attenzione solo alle cose che non vanno, non vedi tutto il resto.

Ogni persona ha i propri filtri cioè il modo in cui vede le cose. Per dirla con un termine pnlistico , ogni persona ha le sue mappe cioè i suoi paradigmi che determinano il suo punto di vista.

Qualsiasi cosa noi vediamo della […]

Le basi scientifiche della fiducia

By |agosto 31st, 2017|

Le basi scientifiche della fiducia
La fiducia, in qualsiasi forma la si intenda, è alla base della vita sociale di ogni persona. La parola significa “affidare e affidarsi” e comprende in sé implicitamente la volontà e il rischio.

“La fiducia è la volontà di rendersi vulnerabili agli altri” ( Hong e Bohnet 2007) e implica dunque la volontà di […]

La cultura degli alibi

By |agosto 31st, 2016|

Cosa faremmo senza gli alibi?
La cultura degli alibi è una definizione creata da Julio Velasco, detto anche Giulio Cesare, famoso allenatore argentino che nel 1990 portò la nazionale di pallavolo maschile italiana da fanalino di coda a campione del mondo, e questo si ripeté anche nel 1994.

Velasco ereditò una squadra di pallavolo che non vinceva […]

Quante volte ….ti è capitato?

By |agosto 3rd, 2016|

Quante volte sei entrato in riunione con il sorriso e sei uscito con il morale a terra?
Quante volte questo è coinciso con il cattivo umore del tuo capo?

Quante volte il comportamento arrogante di un cliente ti ha cambiato la giornata?

Quante volte il tuo collega ti ha fatto saltare i nervi?

vediamo se indovino…la giornata è stata poi inconcludente […]

Storytelling nella formazione aziendale

By |luglio 4th, 2016|

Storytelling, il potere delle storie nella formazione.

Una storia cattura l’attenzione e coinvolge gli ascoltatori totalmente. Oggi si parla molto di storytelling, perché?

Il nostro cervello è attratto dalle storie perché ci permette di imparare qualcosa che non abbiamo ancora sperimentato. A. Lincon, nei suoi discorsi presidenziali, ricorreva spesso a storie ogni volta che doveva affrontare argomenti […]

Io voglio, io devo …o io scelgo?

By |gennaio 27th, 2016|

Io voglio, io devo …o io scelgo?

Nel mio linguaggio avevo una dedizione per due verbi “Io devo” e “Io voglio”.

Nonostante la mia laurea in letteratura mi donasse un vocabolario pressoché infinito del lessico italiano, alla fine usavo sempre volere e dovere. Curioso!

Le mie giornate erano scandite da continue dichiarazioni di ciò che “dovevo fare” , ciò che “dovevo […]

L’arroganza del mal-essere leader

By |settembre 29th, 2015|

L’arroganza del mal-essere leader.

L’arroganza è uno dei tratti più distintivi di una leadership negativa, questo è oramai riconosciuto sia dalla psicologia ma soprattutto dalla quotidianità lavorativa. Chi non ha mai avuto a che fare con un superiore particolarmente arrogante?

Generalmente l’ufficio HR è ben informato di questi atteggiamenti perché gestisce ogni giorno molti “mal di pancia” […]

La comunicazione sui social ci piace di più!

By |giugno 21st, 2015|

La comunicazione sui social network ci piace di più!

Ogni giorno comunichiamo, o meglio “postiamo”, sui nostri social preferiti ogni evento o pensiero degno di nota pubblica. Ovviamente lo scriviamo esattamente come lo pensiamo o come lo proviamo. A nessuno di noi verrebbe mai in mente di scrivere qualcosa in modo formale o con lo stesso […]

Perché amiamo parlare di noi stessi?

By |giugno 15th, 2015|

Perché amiamo parlare di noi stessi?

A chi non piace parlare si sé stesso? mentiremmo se affermassimo il contrario. Parlare si sé attiva la stessa parte del cervello di quando desideriamo mangiare o fare sesso. Pare che il nostro senso di ego-centrismo nella comunicazione sia un bisogno primario che attiva la parte del nostro cervello dove […]

Discorso iniziale di un leader al comando.

By |giugno 14th, 2015|

Il discorso iniziale di un leader al comando.

Maresciallo Montgomery, estratto dal discorso tenuto alle truppe al momento di prendere il comando dell’Ottava Armata, prima della battaglia di El Alamein.

“Voi non conoscete me, io non conosco voi, ma dobbiamo lavorare insieme. Di conseguenza, dobbiamo capirci a vicenda; dobbiamo fidarci a vicenda. Sono qui solo da qualche ora, […]