Storytelling, il potere delle storie nella formazione.

Una storia cattura l’attenzione e coinvolge gli ascoltatori totalmente. Oggi si parla molto di storytelling, perché?

Il nostro cervello è attratto dalle storie perché ci permette di imparare qualcosa che non abbiamo ancora sperimentato. A. Lincon, nei suoi discorsi presidenziali, ricorreva spesso a storie ogni volta che doveva affrontare argomenti importanti.

I racconti persuadono …la formula “c’era una volta” o “tanto tempo fa” sono frasi che catturano fortemente l’attenzione. Non è solo un modo per parlare ai bambini, le favole sono state create per parlare agli adulti e raccontare loro alcune dinamiche di vita. Solo successivamente sono state adattate al mondo infantile.

I numeri e i dati sono sterili. Se si tocca l’emotività si lavora sulla sfera empatica e quindi si va ad influenzare pensiero e comportamento delle persone.

In formazione aziendale, raccontare storie personali ( sia da parte del docente che da parte dei partecipanti) significa aumentare notevolmente la potenza della comunicazione. Alcuni esperimenti di neuroscienze hanno dimostrato come il cervello delle persone che ascoltano una storia viene attivato completamente (grazie all’utilizzo di elettroencefalogrammi a monitor) questo significa che raccontare qualcosa, come se fosse una storia, garantisce l’ascolto attivo di tutti gli ascoltatori.

Pensiamo ad un semplice corso sulla leadership, quanto potrebbe essere efficace progettarlo su testimonianze e storie di persone che hanno vissuto realmente un percorso da leader?

Alcuni mesi fa abbiamo pubblicato un articolo “Lettera di presentazione di un Manager” e le visualizzazioni sono state dell’37% in più rispetto alla media di lettura del nostro blog. Quella lettera raccontava la storia di una persona che aveva vissuto successi e insuccessi lavorativi e che oggi parlava direttamente alla responsabile HR di una grande azienda.

http://www.gaz-elle.com/lettera-di-presentazione-di-un-manager/

Lo storytelling è la via di comunicazione più efficace che abbiamo; è un ritorno alle origini se ci pensiamo.

Buona giornata