La buca nel marciapiede

Autobiografia di Portia Nelson

I

Cammino per la strada.

C’è una profonda buca nel marciapiede.

Ci cado.

Sono persa…Sono impotente.

Non è colpa mia.

Ci vorrà un’eternità per trovare come uscirne. 

II

Cammino per la stessa strada.

C’è una profonda buca nel marciapiede.

Fingo di non vederla.

Ci ricado.

Non riesco a credere di essere nello stesso posto.

Ma non è colpa mia.

Ci vuole ancora molto tempo per uscirne.

III

Cammino per la strada.

C’è una profonda buca nel marciapiede.

Vedo che c’è.

Ci cado ancora… è un’abitudine.

I miei occhi sono aperti.

So dove sono.

E’ colpa mia.

Ne esco immediatamente. 

IV

Cammino per la strada.

C’è una profonda buca nel marciapiede.

La aggiro.

V

Cammino per un’altra strada.

Sentieri emozionali

Gli schemi agiti ( la routine emotiva) comprende i nostri sentieri emozionali. Più siamo consapevoli di questi e più ci aiutiamo a cambiare.

Riconoscere i nostri pensieri ( le nostre buche nel marciapiede) costruisce in noi più o meno la possibilità i riuscire.

Attraverso l’utilizzo degli strumenti di intelligenza emotiva uniti al coaching, si può condurre una persona a evolvere attraverso questi 4 step:

1° step: Analisi dei propri pensieri distruttivi

2° step: Esplorare le tentate soluzioni, riconoscendo la routine emotiva con cui approcciamo il lavoro

3° step: In quali contesti riviviamo le emozioni. Problema -> schema applicato

4° step: Si lavora sulla Riflessività in azione. Se riconosco le mie re-azioni tipiche posso valutare quanto sono funzionali o disfunzionali nel mio lavoro.

Il vantaggio per l’azienda?

Allenare la capacità emotiva di leggere le proprie emozioni e quelle dei miei colleghi permette ad ogni mia azione di avere un SIGNIFICATO rispetto la DECISIONE ( la mia decisione) che costituisce il punto focale di ogni lavoro, qualsiasi sia il ruolo o il mandato.

Vi auguriamo una buona giornata!

Il team Gaz-Elle