In un villaggio viveva un uomo molto avaro. Un giorno, un vecchio si recò alla sua casa e gli consegnò una pietra, dicendogli “Questa pietra non è come tutte le altre. Si tratta di una pietra magica e tutte le cose fatte di ferro che con essa toccherai si trasformeranno in oro. Ma ricorda: il tal anno, il tal giorno, alla tal ora, io ritornerò a riprendermela”.

Detto questo se ne andò.

L’uomo si misi subito a cercare all’interno della sua casa oggetti di ferro, ma era così avaro che, per risparmiare, aveva acquistato soltanto oggetti di legno. Così, quello stesso giorno si recò al mercato per comperare del ferro, ma gli fu detto che il prezzo di tale metallo era salito. Decise allora di aspettare, tanto aveva tutto il tempo che voleva davanti a sé. Una settimana più tardi s’informò di nuovo sul prezzo del ferro, che era ulteriormente salito, così decise di attendere ancora un pò, tanto, prima o poi, sarebbe calato e lui avrebbe potuto acquistare tutto il ferro che voleva ad un prezzo conveniente, per trasformarlo finalmente in oro.

Ma accadde che il prezzo del ferro quell’anno continuò a salire, a salire, e intanto il tempo passava. Un giorno l’uomo sentì bussare alla porta, andò ad aprire e con suo grande sgomento vide davanti a sé il vecchio che gli disse “E’ giunto l’anno, è giunto il giorno ed è giunta l’ora, sono venuto a riprendermi la mia pietra, dammela!”. L’uomo rimase di stucco, poiché aveva completamente dimenticato che era stato stabilito un termine. Si mise disperatamente a cercare qualsiasi oggetto che fosse di ferro ma, com’era accaduto in precedenza, non riuscì a trovare nulla. Così, il vecchio si riprese la pietra e se ne andò per sempre.